Indumenti per proteggersi dalla pioggia nel trekking

Indumenti per la pioggia nelle escursioniQuando si pianifica un'attivà all'aperto il meteo è un fattore importantissimo, ed in caso di pioggia quella che doveva essere una giornata di divertimento può trasformarsi in negativo. Va da se che se ci sono condizioni meteo avverse si può (e in certi casi si deve...) rimandare, ma teniamo presente che la pioggia può coglierci anche se quando siamo partiti era bel tempo. Occorre quindi essere preparati, prima di tutto psicologicamente ma anche dal punto di vista dell'equipaggiamento, per far si che quella bella giornata di svago rimanga tale anche se inizia a piovere.

K-way per escursioni

Il classico impermeabile a forma di felpa con cappuccio, aperto sul davanti da una zip, è sicuramente un ottimo amico, soprattutto per chi è alle prima armi visto che in ogni famiglia ce n’è almeno un esemplare. E’ leggero, economico, poco ingombrante e impermeabile, tutte caratteristiche positive. Peccato però che utilizzato per camminare abbia due piccoli inconvenienti. Primo è corto: arriva all’altezza della vita e l’acqua che scola finisce inevitabilmente per finire sulle cosce, inzuppando i pantaloni. Secondo problema: copre solo chi lo indossa, e non lo zaino che quindi dovrà avere una protezione a se.  In definitiva è indicato quando come rimedio quando le probabilità di pioggia sono basse. Quindi va bene portarselo dietro come precauzione nelle giornate estive, ma stare tutto il giorno sotto la pioggia battente non è il massimo.

Poncho

Ne esistono vari modelli e tipologie ma concettualmente è molto simile ad un k-way con tre grossi miglioramenti:

  1. Non ha la zip davanti, questo lo rende più impermeabile
  2. È lungo oltre la vita, arriva più o meno a metà gamba. Questo permetta all’acqua di scivolare via senza bagnare troppo i pantaloni.
  3. A seconda del modello, può essere comodamente indossato sopra lo zaino, proteggendo entrambi con un unico indumento.

Questi accorgimenti lo rendono lo strumento ideale per affrontare una giornata di pioggia. Ne esistono di vari prezzi a seconda della qualità dei materiali e della marca. Non è tutto oro quello che luccica, se volgiamo trovare il pelo nell’uovo bisogna parlare anche dei “difetti” di questo strumento:

  • E’ generalmente più ingombrante di un k-way, quindi pesa un po’ di più e ingombra un po’ di più. Se questo per voi è proprio un problema orientatevi verso l’acquisto di un modello ultraleggero, che è sottile ed al tempo stesso impermeabile e traspirante. Come si può facilmente intuire il prezzo sale.
  • Ingombro. Questo grosso sacco in cui siamo inseriti limita un po’ i movimenti.

Traspirazione. I modelli più “solidi” sono totalmente incerati e non fanno traspirare, e questo visto che può piovere anche quando fa caldo può essere un elemento di cui tener conto e che può far optare per preferire un modello traspirante rispetto ad uno tradizionale.

Categoria: 

Add new comment

Autore Del Contenuto

Daniele


Ingegnere di professione e camminatore per hobby, ho pensato che condividere le mie esperienze possa essere un modo per avvicinare le persone alla...
Altri articoli di Daniele...